Diario mediorientale. Make peace not Wall. (sesta puntata)

  Per ora vi ho parlato solamente di Israele e non della Palestina, quindi ora sono intento a parlarne. La Palestina è divisa  da Israele da un muro. Questo muro è stato costruito  dagli Israeliani nel 2002 per motivi di presunta “sicurezza”, nonostante siano gli Israeliani a danneggiare la sicurezza dei Palestinesi. Sul muro sono…

Diario mediorientale. La fortezza di Masada (quarta puntata)

Oggi mi sono svegliato per andare a Gerusalemme e mi sono fermato a Masada. Una fortezza situata sopra un monte alto poco meno di 500 metri. E’ stata l’ultima fortezza ebrea a non essere stata conquistata dai Romani, proprio perché era nascosta sopra questo monte. Quando i Romani sono riusciti a giungere su Masada hanno…

Scritti dal Sudafrica. Mandela a Robben Island (seconda puntata)

Davanti a Città del Capo c’è un’isola, Robben Island, la prigione dove dal 1963 è stato imprigionato per 27 anni Nelson Mandela. Venne arrestato con l’accusa di terrorismo. Tenuto in una cella di pochi metri era costretto a dormire su una stuoia e aveva la possibilità di scrivere una lettera o di avere una visita…

Scritti dal Sudafrica. Un paese dai forti contrasti (prima puntata)

In Sudafrica ancora oggi ci sono molti dislivelli sociali tra bianchi e neri. Infatti la maggior parte dei neri vive nelle Township e i bianchi, che sono una minoranza, vivono nelle lussuose ville del centro o nei quartieri periferici. Una grande comunità bianca vive nella cittadina universitaria di Stellenbosh ricca di negozi, locali e gallerie…

Diario mediorientale. I luoghi di Gesù (seconda puntata)

Stamattina mi sono svegliato un po’ presto per visitare più città. Il primo luogo che ho visitato è stato Nazareth,  una città con sostanzialmente poche cose da vedere ma con una chiesa molto famosa, quella dell’Annunciazione ( dove l’angelo Gabriele annunciò  a Maria di essere incinta del figlio di Gesù). Successivamente sono andato nel luogo…

Diario mediorientale. Da Tel Aviv ad Akko (prima puntata)

Tel Aviv è una città complicata da descrivere, perché ha una parte totalmente ricca e capitalistica con grattaceli e spiaggia simili a Miami Beach e una parte povera con mercati abusivi. Jaffa, che gli israeliani chiamano Yafo, è la parte vecchia della città, prima palestinese, con ristoranti moschee e hashisherie. Tel Aviv è una città…