G come Giardino

Se qualcuno mi avesse detto che avrei trascorso un lungo periodo soltanto in giardino  e sarei stato felice, non ci avrei mai creduto. Oggi invece questa predizione  si è avverata.

Soltanto ora, a causa dell’emergenza del coronavirus, ho capito quanto  fosse importante avere un giardino nella propria abitazione . Fino adesso non ne avevo apprezzato l’utilità, ma questa quarantena mi ha fatto cambiare idea. Il giardino è per me un luogo dove trascorrere le mie giornate all’aria aperta, per disintossicarmi dai videogiochi e dal telefono, per entrare in contatto con la natura e col mondo esterno.

Un tempo il giardino era un luogo di passaggio, dove al massimo ogni tanto potevo scambiare due tiri a pallone con mio fratello, per poi tornare alla routine di studio, calcio e videogiochi. In questo periodo invece ci trascorro con gioia la maggior parte della mia giornata.

Il mio giardino è abbastanza spazioso, ci sono svariati alberi: due magnolie, un tasso,  una mimosa, una siepe di photinia una di edera e glicine e molti fiori che con i loro variopinti colori rendono allegra l’atmosfera. I loro profumi mi fanno avvertire il cambiamento delle stagioni. In autunno la magnolia tappezza il piazzale con una pioggia di foglie e piccole pigne; in inverno invece,  quando il prato ingiallisce, la brina si impossessa dell’erba e nell’agrifoglio sbocciano le prime bacche rosse . All’ arrivo della primavera le giornate si allungano, il giardino si colora dopo un inverno freddo e grigio.  La mimosa fiorisce, il glicine sboccia , gli uccelli cinguettano e annunciano con allegria l’arrivo della nuova stagione. Grazie a questa quarantena , posso apprezzare  maggiormente i colori e i profumi che la primavera mi offre come ogni anno.

Posso fare in giardino molte attività, come ad esempio, giocare a ping pong. Infatti nel pomeriggio mi capita di fare lunghe e combattute partite con mio fratello e mio padre . Al ping pong alterno il calcio che è il mio sport preferito , inoltre posso fare pure attività fisica come la corsa. Tra non molto arriverà l’estate e con essa il caldo rovente e purtroppo anche le zanzare che sicuramente mi impediranno di godere queste calde giornate. Ma speriamo che in estate la quarantena sia finita!

In conclusione posso dire che in questa situazione di emergenza ho potuto apprezzare il giardino che prima era inutilizzato e scontato mentre adesso è la linfa vitale delle mie giornate.

Giovanni Lorini

nella copertina A. Warhol, Flowers

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...