Lettera al partigiano Guido

Caro Guido,

uomo forte e con tante esperienze alle spalle, partigiano che ne ha vissute di tutte, le sue parole ci hanno emozionato. Eh già! Hanno emozionato noi che neppure abbiamo vissuto tutto questo in prima persona. Ci possiamo quindi solo immaginare quanto sia stata dura per lei e proviamo un’enorme ammirazione per il suo coraggio – non dev’essere stato facile svegliarsi tutte le mattine e affrontare la giornata – per lo spirito con cui ha lottato e per il fatto che nonostante tutto non si è mai arreso. Cose non da poco, di questo ne siamo consapevoli anche noi.

Abbiamo ascoltato seriamente e molto volentieri la sua storia, in quanto sulle pagine colme di parole, utili sì, ma non a sufficienza, di quei noiosissimi libri scolastici, non c’è nemmeno una traccia di ciò che ci ha raccontato riguardo a quei tragici anni e che possa rappresentare anche solo in parte la sua storia.

Dobbiamo essere solo onorati di aver potuto ascoltare le sue parole, perché sappiamo benissimo che noi saremo l’ultima generazione a poterlo fare. Siamo stati felici di ascoltarla, da una parte perché le sue parole sono state così toccanti da farci appassionare al suo racconto e alla storia dei partigiani. Dall’altra perché dobbiamo far sì che le generazioni successive alla nostra abbiano testimonianze relative alla Resistenza e noi siamo fieri di essere “testimoni dei testimoni”. Sappiamo benissimo che le persone che verranno dopo di noi non potranno mai avere l’opportunità di ascoltare racconti narrati di persona da veri testimoni, ma è proprio per questo che noi dobbiamo fare del nostro meglio affinché ciò che racconteremo venga percepito come vissuto in prima persona. Siamo grati di aver avuto il grande privilegio di aver provato emozione mai vissute prima e di aver sentito ed ascoltato le parole di una persona fantastica come lei. Ci ha fatto riflettere su quanti esseri umani si siano sacrificati per noi e per liberare l’Italia dall’occupazione nazi-fascista durante la guerra.

Le siamo riconoscenti.

Le parole di questa lettera provengono dal profondo del nostro cuore.

Grazie di tutto, partigiano Guido.

Jennifer Machuca e Virginia Bocci

06-Cicali-Casa-Giubileo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...