Diario mediorientale. Gerusalemme, la città santa (quinta puntata)

 

Oggi sono stato a Gerusalemme, la città sacraIl primo posto che ho visitato è stato il muro del Pianto, un luogo sacro per la religione ebraica dove si prega e si esprimono desideri E’ chiamato così per il pianto interiore degli ebrei antichi nel vedere la propria città distrutta tranne questo muro. Al muro del pianto mi sono messo la kippah per entrare e per rispetto (a proposito gli ebrei ortodossi per pregare hanno vestiti specifici). Successivamente ho espresso il desiderio tramite un biglietto da intersecare tra le fessure del muro e il desiderio dopo si è avverato (passare l’esame del KET). Secondo me questa esperienza è stata molto bella perché immedesimarsi in un’altra religione è bellissimo.

Il secondo posto dove sono andato è il Santo Sepolcro (dove è sepolto Gesù e dove è stato unto prima di seppellirlo). A mio parere il Santo Sepolcro è un luogo davvero bello e coinvolgente perché toccando la pietra unta e vivendo l’esperienza di essere dove prima probabilmente poteva esserci stato Gesù ti fa pensare “ma allora ci potrebbe essere stato per davvero!”. Un’altra bella esperienza di Gerusalemme è stata assistere alla rappresentazione della via Dolorosa, dove Gesù ha dovuto trascinare la croce  di  legno per Gerusalemme fino al Santo Sepolcro. Egli ha avuto dei cedimenti, ad esempio quando una ragazza ha asciugato la faccia di Gesù con un fazzoletto e tuttora è visibile l’impronta della faccia di Gesù nell’ antico fazzoletto. La visita al Santo Sepolcro ti fa pensare che sia esistito, nonostante non abbiamo prove certe di questo.

Niccolò Ciappi

DSC_0906

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...